lunedì 15 maggio 2017

LEGO... LEGO... LEGO...

L'altro giorno sono andato in libreria per acquistare un volume monografico sugli insetti. Il testo che cercavo non era disponibile, tuttavia non sono uscito a mani vuote: in un angolo ho notato il volume che reggo tra le mani nella seguente fotografia: "Architetto con il Lego". Una folgorazione.


Insomma, dopo aver fatto un buco nell'acqua cercando un'improbabile carriera come chimico (meglio se organico o farmaceutico), ho realizzato di potermi consolare ritornando a un gioco che mi appassionava da bambino e che ancora mi affascina.

Tempo fa avevo realizzato una "macchina" con il Technic che trasforma il moto circolare uniforme in moto armonico, tracciando la sinusoide (grafico della funzione y = sen x ).


Sempre con il Lego ho costruito un piccolo agitatore magnetico di cui mi sono servito in una certa fase di una sintesi organica (ben riuscita, tra l'altro: ho preparato un colorante azoico dalla vanillina: magari ve ne racconterò in futuro, intanto "godetevi" il video).


Qualcuno spiega anche la stechiometria con i Lego: io non sono ancora arrivato a tanto.


Per non parlare della doppia elica del DNA !!!



Buona settimana! 
mc